Rimedi Per Le Ghiandole Anali Del Cane

 

Se stai cercando rimedi per problemi con le ghiandole anali del cane, probabilmente hai osservati vari compartamenti nel tuo cane da cui hai dedotto un problema. Forse hai osservato il tuo cane strofinarsi il sedere sul pavimento (il cosidetto, movimento della carriola). Mentre questo movimento puo’ far ridere, ce’ poco da ridere quando immediatamente dopo ne segue un odore terribile di pesce, perche’ il cane è riuscito finalmente a svuotare le sue ghiandole anali.I problemi iniziano pero’ quand queste ghiandole non si svuotone come dovrebbero, causando infiammazione e dolore al povero cane. Capire la funzione di queste ghiandole nel cane e’ importante per arrivare alla risoluzione del problema.

 ghiandole anali del caneIntroduzione alle Ghiandole Anali

Le ghiandole anali del cane sono due piccole sacche che si trovano ai lati dell’ano, precisamente alle ore 4 ed alle ore 8 rispetto all’ano. Le ghiandole anali non sono visibili ad occhio nudo, ma possono essere localizzate col tatto.

La funzione principale di queste ghiandole perianali è quella di fornire ai cani un odore unico che viene utilizzato per marcare il territorio e per diffondere feromoni di allarme.

Ora si riesce a capire meglio il perché quando due cani si incontrano, la prima cosa che fanno è annusarsi a vicenda il posteriore! Non a caso, questo annusamento e’ stato paragonato ad una stretta di mano, o meglio, uno scambio di biglietti di visita!

Le ghiandole anali contengono una secrezione che viene rilasciata quando il cane defeca. Il segreto per un buon svuotamento e’ la presenza di feci solide.  Tuttavia, quando le ghiandole anali non riescono a svuotarsi con successo, un motivo potrebbe essere perche’ il cane soffre di feci molli o diarrhea.

Quindi, la secrezione si accumula sempre di piu’ portando ad irritazione, infiammazione ed eventualmente anche infezione. Un cane con un problema di ghiandole anali, pertanto, si strofina il sedere insistentemente, si lecca sotto la coda continuamente, puo’ avere problemi a sedersi e potrebbe cominciare ad inseguirsi la coda. Di seguito alcuni rimedi casalinghi per le ghiandole anali dei cani.

cane rimedi ghiandole analiRimedi Per Ghiandoli Anali 

Qui ci sono diversi rimedi casalinghi per problemi alle ghiandole anali nei cani che si possono provare a casa. Come si è visto, un passo importante è quello di rendere le feci piu’ solide in modo che i cani possono svuotare le ghiandole con successo. Questo può essere realizzato attraverso cambiamenti nella dieta o veri integratori. E se siete abbastanza coraggiosi, potete anche imparare a svuotare le ghiandole da soli, se necessario.

Se il vostro cane pero’ sviluppa un’infezione della ghiandoli anali, e’ importante vedere il vostro veterinario. Il vostro cane potrebbe necessitare di un ciclo di antibiotici per mantenere l’infezione a bada. Una ricetta di medicine anti-infiammatorie può anche essere aggiunto per ridurre il gonfiore e il dolore associato.

Nel caso di ghiandole anali affetti da infezione, alcuni cani potrebbero anche aver bisogno di essere trattati localmente con antibiotici sotto anestesia.

Un altro buon motivo per vedere il veterinario è quello di escludere altre possibili cause. Ci sono altre cause che portano il cane a compiere il movimento della carriola nei cani, come le fistole perianali,  le allergie, i parassiti e in alcuni casi anche tumori. Per questo motivo, è meglio avere il cane esaminato dal veterinario per escludere queste altre cause e quindi, in ultima analisi, diagnosticare il cane correttamente.

Cibo per Cani con Fibra

I cani con problemi alle ghiandole anali possono beneficiare di una dieta ricca di fibre. Chiedete al vostro veterinario per una raccomandazione, o leggete le etichette dei cibi. Spessso le apposite diete far perdere peso ai cani contengono fibre a poche calorie. Come nel caso di ogni nuovo cibo introdotto al cane, e’ importante ricordarsi di introdurlo gradualmente nel corso di una settimana con l’aggiunta graduale del nuovo cibo  al vecchio per evitare disturbi di stomaco.

Il Potere della Zucca

Una fonte preferita di fibra è la zucca rossa lessata e fatta a purea. Il contenuto di fibre nella zucca può aiutare a rendere le feci piu’ solide in modo da renderli della consistenza ideale per aiutare le ghiandole a svuotarsi. La fibra inoltre può anche aiutare ad ammorbidire le feci in modo che il loro passaggio possa essere meno doloroso per il cane.

Quanto zucca bisogna dare al cane? Tutto dipende dal peso del cane. La famosa veterinaria Americana  Dr. Jean Dodds suggerisce di dare fino a 1 cucchiaio al giorno per i cani più piccoli e 2 cucchiai al giorno per quelli più grandi. Dr. Dodds sottolinea che è importante iniziare con piccole quantità e aumentare a poco a poco fino alla dose suggerita in modo di aiutare i batteri nel tratto digestivo del cane di adattarsi alla maggiore fibra.

Impacchi Lenitivi Caldi

Qualche sollievo temporaneo può essere fornita mediante l’applicazione di impacchi caldi sulla zona infiammata. È possibile usare una tazza di acqua calda, immergervi una spugna nella miscela, strizzarla e  applicare alla zona inffiammata per circa 10 minuti, suggerisce veterinaria Dr. Fiona. Dopo aver finito, asciugare la zona e ripetere circa 3 a 4 volte al giorno. Si deve fare attenzione con i cani che hanno forte dolore e non sono collaborativi. Una museruola in questi casi puo’ essere di aiuto.

Svuotare Le Ghiandole

Portare sollievo alle ghiandole anali del cane quando sono piene è fortunatamente facile,  basta svuotarle manualmente. Il modo più efficace è quello di inserire un dito guantato nel retto del cane e spremere le ghiandole fino a quando sono vuote. Questo è meglio se fatto da un veterinario, ma se siete interessati e disposti a provare a fare questo a casa, il veterinario può darvi una dimostrazione.

Tuttavia, se si vuole tentare di svuotare le ghiandole anali del cane a casa, bisogna considerare che a volte le secrezioni possono essere particolarmente pastose e quindi difficili da svuotare. È necessario prestare attenzione per evitare che la situazioni peggiori. Se si incontrano difficoltà, è meglio lasciare questa pratica per i professionisti. Una cosa importante da considerare: la protezione degli indumenti è importante, non è raro che qualche secrezione schizzi sui vestiti e persino i muri.